';

Riapre il 10 giugno Marchi +3, il bando che agevola le PMI nella tutela internazionale dei marchi

A partire dalle ore 9 del 10 giugno riapre Marchi + 3, con una dotazione di 3,5 milioni di euro.

Il bando, al fine di sostenere le micro, piccole e medie imprese nella tutela dei marchi all’estero, prevede due tipologie di interventi:

A – agevolazioni per la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO, attraverso l’acquisto di servizi specialistici, con un contributo fino all’80% delle spese ammissibili e pari al massimo a 6.000 euro per marchio;

B – agevolazioni per la registrazione di marchi internazionali presso OMPI, attraverso l’acquisto di servizi specialistici, con un contributo fino all’80% delle spese ammissibili (90% per Usa o Cina) e pari al massimo a:

6.000 euro per marchio, se la designazione riguarda un solo Paese (7.000 euro se USA o Cina);

7.000 euro per marchio, se la designazione riguarda due o più Paesi (8.000 euro se USA o Cina).

Vale la pena ricordare che sono ammissibili ad agevolazione le spese per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla progettazione del marchio, all’assistenza per il deposito, alle ricerche di anteriorità e all’assistenza legale per azioni di tutela del marchio, comprese le tasse di deposito/ registrazione.

 Per accedere ai contributi, le imprese interessate devono:

  1. compilare il form online per l’attribuzione del numero di protocollo sul sito marchipiu3.it, a partire dalle ore 9 del 10 giugno 2020;
  2. inviare la domanda entro 5 giorni dalla data di assegnazione del protocollo, esclusivamente tramite PEC, all’indirizzo: marchipiu3@legalmail.it.

Le domande di agevolazione già presentate al 14 marzo 2019, a cui è già stato attribuito il numero di protocollo ma che non hanno trovato copertura finanziaria, saranno subito avviate all’esame istruttorio da parte di Unioncamere, soggetto gestore della misura.

Gli incentivi verranno concessi secondo l’ordine cronologico di presentazione delle istanze e fino all’esaurimento delle risorse. A tal fine, rileva il numero di protocollo assegnato al momento della compilazione del form online.

Si fa presente che ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione, sia per la misura A che per la misura B, fino al raggiungimento del valore complessivo di 20.000 euro.

Va altresì detto che, per uno stesso marchio, è possibile cumulare i benefici previsti dalle due misure, nel rispetto dei limiti di importo indicati per marchio e per impresa.

Per gli ulteriori approfondimenti, si rinvia alla lettura della scheda di sintesi allegata.

Consiglia
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • LinkedIN
  • Pinterest
Condividi